post pubblicati di recente abbiamo 23 articoli fino ad'ora

Quando scambiare è anche un modo per stare insieme 0

mag21

Riprendo qui l’intervista che mi ha fatto Marta Mainieri di Collaboriamo.org

Continuano le nostre interviste agli “startupper collaborativi”. Oggi incontriamo Rodolfo Duè, 43 anni ancora per poco, consulente di marketing digitale e fondatore di SwapClub.it, piattaforma di scambio e di vendita di vestiti usati ma in buone condizioni.

1. Rodolfo, perché SwapClub?

Perchè è  un club di persone interessate a conoscersi ed entrare in contatto per condividere e scambiare capi del guardaroba. Grazie ai social network in swapclub.it si può diventare amici grazie a degli abiti o degli accessori scambiati e/o ceduti secondo gusti e taglie condivise. Non è un sito di scambio dunque, ma una community dove si può anche condividere, divertendosi, e consumare in un modo po’ più attento e più sostenibile.

continua a leggere »

Le stazioni FS ci aiutano a capire la diffusione di Foursquare (?) 0

lug9

La stazione centrale di Milano su Foursquare

Sono un utente della prima ora di Foursquare e mi sono sempre chiesto se questo servizio fosse o no utilizzato. Ritengo che la particolarità di questo social network sia quella di essere utilizzato e utile soprattutto mentre si sta facendo altro in giro. Dunque per avere un’idea sulla bontà del servizio più che mai qui occorre conoscere il grado di utilizzo nella vita reale più che il numero di utenti o il livello di engagement mensile. Come fare?

continua a leggere »

Le aziende più cliccate su Facebook: un social media report globale 0

mag2

Sono state pubblicate da Socialbackers

http://www.socialbakers.com/blog/527-finally-here-the-biggest-global-social-media-report-on-facebook-industries/

le statistiche delle 10 industries più presenti su Facebook. In ciascuna di esse si classificano le 5 aziende top in base a numero di fan, engagement rate (ovvero una media del rapporto tra la somma del numero di commenti, like e condivisioni per ogni post rispetto al numero totale dei fan ) e response rate (numero di risposte date dagli amministratori delle pagine ai post fatti dai fan della pagina diviso il numero totale di post pubblicati dai fan delle pagine). E si confrontano i dati del primo trimestre 2012 con l’ultimo 2011.

Il report è globale visto che prende in esame tutte le aziende a livello mondiale ed è utile per osservare che Facebook tira molto (altro che crisi) visto che certe aziende aumentano il numero di fan del 50% e oltre da un quarter all’altro segno o di grandi investimenti in user acquistion da parte di quest’ultime oppure semplicemente che Facebook continua ad attirare nuovi utenti e a renderli sempre più engaged nella piattaforma. Più probabilmente un mix dei due.

I settori al top come engagement sono quello delle auto e quello degli alcolici. Ma si parla comunque di uno 0,207%e di uno 0,153% di media di settore. Qui sotto la tabella dei 10 settori ordinati per engagement rate medi.

Per finire un esempio specifico di brand in un settore: i brand top nell’automotive sono BMW e Ferrari come numero di follower ma Dacia e RENAULT ZE (divisione veicoli ecologici) come engagement rate, sintomo forse del rapporto con i marchi che si ha su Facebook ? continua a leggere »